Curiosità

Le città gemellate

Pubblicato in Curiosità Etichettato sotto Scritto da Matteo

SCHWERTE (GERMANIA)

Schwerte è una città situata nella Renania Settentrionale-Vestfalia, in Germania. Si trova nella regione della Ruhr, a est di Dortmund.

La città ha radici antiche, risalenti almeno al IX secolo, ed è stata menzionata per la prima volta in documenti storici nel 962. Nel corso dei secoli, Schwerte ha svolto un ruolo importante nella produzione di carbone e acciaio, diventando un centro industriale della regione. Oggi, Schwerte è una vivace città con una combinazione affascinante di storia e modernità.

Il centro storico presenta splendidi edifici storici, tra cui la chiesa di San Vincenzo e la torre di Hohensyburg, un'affascinante struttura medievale. La città offre anche diversi musei, come il Museo delle Miniere di Ostfeld e il Museo Ferroviario di Schwerte. Sono presenti due grandi centri per conferenze: "Haus Villigst" della Chiesa Evangelica della Vestfalia sulle rive del fiume Ruhr e l'Accademia Cattolica vicino alla foresta di Schwerte. Anche il centro giovanile per conferenze presso la Casa degli Amici della Natura a Ebberg, con la sua stazione ecologica adiacente, offre alloggi con un totale di 450 posti letto.

E' nota anche per le sue aree naturali e i parchi. Il fiume Ruhr scorre attraverso la città, offrendo bellissimi paesaggi fluviali e opportunità per attività all'aperto come escursioni e ciclismo lungo le sue rive. Il parco naturale Hohemark e il parco forestale di Rohrmeisterei sono altre attrazioni che offrono spazi verdi rigogliosi per rilassarsi e godersi la natura.

La città  organizza anche diversi eventi culturali e festività durante tutto l'anno, come festival musicali, mercati natalizi e fiere locali, che attraggono residenti e visitatori.

Schwerte,su fiume Ruhr,è facilmente accessibile da tutte le direzioni grazie ai buoni collegamenti stradali. Senza dubbio, ilmodo migliore per visitarla è la bicicletta: chi si avvicina a Schwerte lungo la pianura verde lungo il fiume Ruhr avrà il modo migliore per esplorare la città :dall’ imponente torre campanaria dell'affascinante Chiesa di San Viktor, con la sua caratteristica punta pendente verso ovest, che invita a esplorare la bellissima città vecchia con i suoi angoli romantici fino alle sue case tradizionali in legno.

http://www.schwerte.de/

 

GORZOW WLKP (POLONIA)

Gorzów Wielkopolski è la città più grande della provincia e il vero centro della regione. È un punto di incontro per l'amministrazione, l'economia, la cultura e la società, e l'interazione tra questi settori consolida la sua posizione sia in Polonia che nel mondo

Gorzów è da tempo orgogliosa della sua apertura e dell'eccellente collaborazione con i partner stranieri. Tutto ciò non sorprende, considerando che si tratta di una città di confine in cui il commercio transfrontaliero e i vivaci contatti sociali prosperano da secoli. La posizione estremamente vantaggiosa della città è evidente fin dal primo contatto. Situata sul fiume Warta, Gorzów è l'incrocio delle rotte stradali internazionali che collegano la Scandinavia ai Balcani, e quelle che provengono dalla Germania e dai Paesi Baltici. Metropoli come Berlino, Poznań e Szczecin si trovano entro un raggio di 100 chilometri, e i principali punti di attraversamento del confine nella Polonia occidentale, come Słubice, Świecko, Kunowice e Kostrzyn sull'Odra, sono nella regione di Gorzów.

Questi punti di attraversamento sono utilizzati da 50 milioni di persone ogni anno. Gorzów Wielkopolski ha una superficie di 86 km² e una popolazione di circa 130.000 abitanti. Dopo la riforma amministrativa nazionale del 1999, la città è diventata la sede del capo della provincia e una delle due capitali della provincia di Lubusz. I visitatori possono raggiungerla attraverso ottime connessioni stradali, ferroviarie e fluviali, e in futuro anche tramite il trasporto aereo.

La città ha una storia ricca che risale al Medioevo, quando era una roccaforte fortificata. Nel corso dei secoli, Gorzów è cresciuta e si è sviluppata come un importante centro commerciale e culturale. Durante il periodo di dominazione prussiana e tedesca, la città era conosciuta con il nome di Landsberg an der Warthe. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, la città è tornata sotto il controllo polacco e ha ripreso il suo nome originale, Gorzów Wielkopolski.

La città è anche un centro culturale e artistico con numerosi teatri, musei e gallerie d'arte. Il Teatro Lirico e Drammatico di Gorzów Wielkopolski, ad esempio, è un importante punto di riferimento per le performance teatrali e musicali. La città ospita anche vari festival, concerti e eventi culturali durante tutto l'anno.

Gorzów è nota  anche per la sua attenzione all'ambiente e ai parchi pubblici. Il Parco Gorzowski, situato sulle rive del fiume Warta, offre spazi verdi, laghi e sentieri per il relax e l'attività all'aperto. La città si impegna anche nella promozione della mobilità sostenibile, con una rete di piste ciclabili e iniziative per la riduzione dell'inquinamento.

http://www.gorzow.pl/

  

PITTSFIELD (USA)

Pittsfield è la città più grande del capoluogo della contea di Berkshire, nel Massachusetts, negli Stati Uniti. È la città principale del, Massachusetts Metropolitan Statistical Area che comprende tutta la contea del Berkshire. È il capoluogo della contea del Berkshire e continua ad essere uno dei centri più abitati del Massachusetts occidentale.

La città ha una storia industriale ricca. Nel XIX secolo, divenne un importante centro manifatturiero, specializzandosi nella produzione di tessuti, macchinari e prodotti in metallo. La città era conosciuta come un importante centro per l'industria della lana e della seta. Nel corso degli anni, l'economia della città statunitense si è evoluta, spostandosi verso settori come la tecnologia, i servizi finanziari e il turismo.

Oggi, Pittsfield offre una combinazione di storia, cultura e natura. Il centro cittadino è caratterizzato da edifici storici, tra cui la Berkshire Athenaeum, una biblioteca pubblica che risale al 1876, e l'Edificio Crown, un'iconica struttura in stile Art Deco. La città ospita anche diversi musei, come il Berkshire Museum, che presenta mostre di storia naturale, arte e scienza.

La scena culturale di Pittsfield è particolarmente vibrante durante i mesi estivi, quando la città ospita il Berkshire Theatre Group e il Pittsfield City Jazz Festival. Ci sono anche numerosi festival, concerti e spettacoli teatrali che attirano visitatori da tutto lo stato.

La natura circostante è un altro punto di forza di Pittsfield. Le Berkshires offrono un ambiente ideale per l'escursionismo, il ciclismo e le attività all'aperto. Pittsfield è circondata da parchi e riserve naturali, tra cui il Mount Greylock State Reservation, dove si trova il punto più alto del Massachusetts.

Dal punto di vista comunitario, Pittsfield è impegnata nello sviluppo sostenibile e nella promozione di iniziative culturali e artistiche. La città ha anche una scena culinaria in crescita, con ristoranti che offrono una varietà di cucine regionali e internazionali.

Anima del gemellaggio è stato il giudice statunitense Rudolph Sacco peril quale è immutato l’affetto per Cava de’ Tirreni, unitamente al sindaco del tempo Eugenio Abbro su tutti. Il giudice infatti è uno dei fautori "storici" del gemellaggio e, con il figlio Robert, uno dei più attivi animatori di un’associazione di oriundi italiani, l “ITALIAN HERITAGE” di Pittsfield, che tende a far ricordare e conservare il patrimonio culturale italiano.


http://www.pittsfield-ma.org/

  

KAUNAS (LITUANIA)


Kaunas è la seconda città più grande della Lituania, situata nella parte centrale del paese. È una città ricca di storia, cultura e bellezze architettoniche. Kaunas è stata la capitale della Lituania durante il periodo tra le due guerre mondiali ed è ancora oggi considerata un importante centro culturale e universitario. Si trova alla confluenza dei due maggiori fiumi della Lituania, al crocevia delle più importanti direttrici dei paesi baltici. E’ centro di cultura con più di 30 musei unici e fuori dal comune, con teatri, festival di musica Jazz, musica moderna e contemporanea.
Il paesaggio di Kaunas è caratterizzato da rigogliosi e verdeggianti parchi, bacini acquiferi, fiumi, strade verdi, viali e piazze che creano un insieme
straordinariamente bello e accogliente.

Gli abitanti di Kaunas sanno apprezzare questi doni della natura, li custodiscono, li salvaguardano, ne vanno fieri e si compiacciono di poterli mostrare agli ospiti della città. Nel 2022 è stata anche Capitale europea della Cultura.

La città è nota per il suo centro storico ben conservato, che offre un mix affascinante di stili architettonici. La Città Vecchia di Kaunas presenta edifici medievali, chiese, piazze e strade pittoresche. Il Castello di Kaunas, che risale al XIV secolo, è un'importante attrazione storica e offre una vista panoramica sulla città.

Oltre al suo patrimonio storico, Kaunas è anche conosciuta per la sua vivace scena culturale. La città ospita numerosi musei, tra cui il Museo Nazionale della Lituania, il Museo delle Ceramiche di Mykolas Žilinskas, il Museo d'Arte Vytautas Kasiulis e molti altri. Ci sono anche diversi teatri, gallerie d'arte e centri culturali che offrono spettacoli, mostre e eventi culturali.

Kaunas è anche un importante centro universitario, con diverse istituzioni educative tra cui l'Università di Vytautas Magnus, una delle università più prestigiose del paese. Questo contribuisce a una vibrante atmosfera giovanile e a un vivace scambio intellettuale.

La città offre anche molte aree verdi e parchi, come il Parco Santaka, che è un luogo popolare per rilassarsi, fare jogging e godersi la natura. Il fiume Nemunas che attraversa la città offre opportunità per attività come la vela e il kayak.

Inoltre, Kaunas è conosciuta per i suoi festival ed eventi culturali. Il più famoso è il Festival delle Arti di Kaunas, che si svolge ogni anno e presenta spettacoli teatrali, concerti, mostre d'arte e altri eventi culturali.

http://www.kaunas.lt/

 

 CUACOS DE YUSTE (SPAGNA)

Cava de’ Tirreni ha stretto un nuovo legame con la città di Cuacos de Yuste in Spagna. Il Comune di Cava  ha deciso di sottoscrivere questo gemellaggio per rinnovare la collaborazione con le istituzioni locali di altri Paesi e favorire gli scambi culturali, sociali ed economici. Cuacos de Yuste è un comune spagnolo con 949 abitanti situato nell'Estremadura, e nel suo monastero morì l'imperatore Carlo V il 21 settembre 1558. Nonostante fosse re di Spagna, Carlo V non parlava bene lo spagnolo e preferiva il francese. Dopo aver abdicato, trascorse gli ultimi due anni della sua vita a Cuacos de Yuste. 

Il principale punto di interesse di Cuacos de Yuste quindi è il Monastero di San Jerónimo de Yuste, che fu il luogo di residenza dell'imperatore Carlo V dopo la sua abdicazione nel 1556. Oggi, il monastero è un importante sito storico e turistico, visitato da molti turisti interessati alla storia dell'imperatore e al periodo dell'impero spagnolo. Il Monastero  offre visite guidate che permettono di esplorare i suoi vari ambienti, come la chiesa, la biblioteca, le celle dei monaci e il giardino. Inoltre, all'interno del monastero è presente anche un museo che espone oggetti, dipinti e documenti legati alla vita di Carlo V e al periodo storico in cui visse.

La bellezza naturale dei dintorni di Cuacos de Yuste è un'altra attrazione della zona. La regione dell'Estremadura è conosciuta per i suoi paesaggi mozzafiato, le montagne e le riserve naturali. Ci sono molte possibilità di fare escursioni, passeggiate e attività all'aperto nei dintorni di Cuacos de Yuste.

Inoltre, Cuacos de Yuste ospita anche alcuni eventi culturali e feste tradizionali durante l'anno. Uno degli eventi più significativi è la "Fiesta de los Emperadores", una celebrazione che si svolge a settembre in onore di Carlo V e della sua presenza nel monastero.

Basandosi su questa connessione storica significativa per la tradizione di Cava de’ Tirreni e considerando che entrambe le città hanno in comune la figura di Carlo V di Asburgo, che visitò Cava de’ Tirreni nel 1525, è stato sottoscritto un accordo di gemellaggio che mira a promuovere una collaborazione reciproca. Cuacos de Yuste si aggiunge quindi alla lista delle altre città gemellate, come Schwerte, Pittsfield, Gorzow Wlkp e Kaunas, rafforzando così i legami tra di loro nel corso degli anni.

https://www.cuacosdeyuste.es/

 

VERIA (GRECIA)

 

 

Risale infine allo scorso aprile 2024 il gemellaggio con la città greca di Veria.

Veria è una città situata nella regione della Macedonia Centrale, in Grecia ed è una delle città più antiche del paese,vantando una storia ricca e un patrimonio culturale significativo.

La città di Veria è famosa per la sua architettura tradizionale, con strade acciottolate, case in pietra e un centro storico ben conservato. La città è conosciuta anche come "Biblica Veria" poiché si ritiene che l'apostolo Paolo abbia visitato la città durante il suo secondo viaggio missionario. È possibile visitare il sito della cosiddetta "Bema di Paolo", un'antica piattaforma di pietra in cui si ritiene che l'apostolo abbia predicato.

Un'altra attrazione significativa di Veria è il Museo Archeologico , che ospita una vasta collezione di reperti che risalgono all'epoca classica, ellenistica e romana. Il museo offre una panoramica della storia e della cultura della regione, con oggetti che vanno dalle sculture alle monete, dai vasi alle iscrizioni.  Veria è anche famosa per la sua ricca tradizione gastronomica. La città offre una varietà di piatti tradizionali greci, come il souvlaki, lo moussaka e lo tzatziki. Ci sono numerosi ristoranti, taverne e caffetterie dove è possibile gustare la cucina locale e immergersi nell'atmosfera accogliente della città.

La città è circondata da una splendida natura, con colline e montagne nelle vicinanze che offrono opportunità per escursioni, passeggiate e attività all'aperto. A poca distanza da Veria si trova anche il fiume Aliakmonas, dove è possibile praticare sport acquatici come il kayak e la canoa.

Veria ospita anche numerosi festival e eventi culturali durante l'anno, tra cui il Festival Internazionale di Teatro di Veria e il Festival del Vino di Naoussa, che attirano visitatori da tutto il paese e oltre.

https://www.veria.gr/new/

 

Matteo della Corte e il quadrato magico

Pubblicato in Curiosità Etichettato sotto Scritto da Matteo

Il Quadrato Magico di Pompei, scoperto dal nostro archeologo cavese Matteo Della Corte enoto come il famoso crittogramma in latino riprodotto innumerevoli volte nei secoli successivi, compare per la prima volta proprio a Pompei.

È stato graffito su una parete della Casa di Paquio Proculo e su una colonna della Palestra Grande. Molte teorie sono state sviluppate sul suo significato. Si tratta di cinque parole, composte ciascuna da cinque lettere (sator arepo tenet opera rotas), scritte una sotto l'altra in modo da formare un quadrato. Queste parole possono essere lette in qualsiasi direzione, creando un palindromo.

Le 25 lettere, mescolate e riarrangiate, compongono due volte l'espressione "Pater Noster". Inoltre, se il quadrato viene letto a zigzag, si ottiene "sator opera tenet - tenet opera sator", che significa "il seminatore possiede le opere", suggerendo un dominio creativo. Inoltre, l'incrocio delle parole "tenet" nel centro del quadrato forma una croce perfetta.

Si è ipotizzato che questo possa essere un simbolo cifrato dei primi cristiani, considerando che la data è antecedente al 79 d.C., meno di 50 anni dalla morte di Cristo.

Questa ipotesi è affascinante, ma considerando che il simbolo della croce è comparso molto più tardi, il Quadrato Magico è probabilmente solo un gioco di parole reinterpretato in seguito come un messaggio cristiano.

I platani

Pubblicato in Curiosità Etichettato sotto platani Scritto da Matteo

Nel 1860 l’Amministrazione comunale delibera la costruzione di una nuova strada che doveva servire a collegare la Stazione ferroviaria inaugurata nel 1857 (Archivio Storico Comunale)

“Erano rizzati i muri del Teatro e già apriva i cancelli la Villa Comunale, quando nello spazio antistante, fecero la loro prima apparizione gli alberi sacri ad Esculapio. Li piantò, per ordine del Comune, il giardiniere Michele Accarino. Quella ghirlanda di giovani alberi trasformò lo spazio incolto in una ampia e ridente piazza cui accrebbero dignità e bellezza i due filari di platani che recingevano la villa. Uno seguiva il Viale Crispi e l’altro copriva le baracche del mercato. Quasi contemporaneamente Piazza S. Francesco, Piazza Pastore di Pregiato e il Corpo di Cava ebbero i loro platani. Come li ebbero , nel 1868, la via che dal Ponte di S. Francesco conduce a S. Cesareo e nel 1870 il villaggio di Arcara.”
Dalle”Noterelle cavesi” – V. Canonico (1966)

planimetria per la piantumazione dei platani a Piazza Ferrovia

(Biblioteca Comunale Avallone)

 

 

Curiosa Lapide

Pubblicato in Curiosità Etichettato sotto Scritto da Tutto su Cava

Particolarmente curiosa è la lapide collocata lungo le rampe che collegano il sagrato della Badia al Corpo di Cava, che tramanda ai posteri un fatto avvenuto circa 500 anni fa: l'istituzione della diocesi autonoma di Cava, con il territorio di Cava e Vietri sotratto alla giurisdizione della Badia. Eccone la traduzione: Questa lapide indica e determina la minima parte del territorio una volta grande assegnato dalla benevolenza del Pontefice all'antichissimo Cenobio di Cava. Viandante, non meravigliarti dell'una e dell'altra diminuzione. Perire è legge per tutti i mortali, non pena. Tu misura dall'unghia il leone. Va' sano.